Fermo Immagine

Qui, dove ora stavano camminando, il cielo si preparava ad accogliere l’oscurità. Decisero di incamminarsi verso la più vicina fermata della metropolitana.

Il tragitto che li separava dalle rispettive abitazioni richiedeva una certa tempistica. Dovevano affrettarsi per arrivare alle loro destinazioni all’ora di cena ed evitare il fiume di domande che li avrebbe costretti a giustificarsi per il ritardo.

Avrebbero desiderato stare ancora insieme, ma la vita che conducevano fuori da loro, li richiamava all’ordine.

Si salutarono dopo essersi guardati intensamente negli occhi, ognuno portando con sè il sapore delle labbra dell’altro e, nella mente, quell’istante in cui la sera li aveva immortalati in quel fermo immagine.

Testo di

Rocco Carta